DA HAYEZ A BOLDINI – ANIME E VOLTI DELLA PITTURA ITALIANA DELL’OTTOCENTO

DA HAYEZ A BOLDINI – ANIME E VOLTI DELLA PITTURA ITALIANA DELL’OTTOCENTO

Amore e Psiche sono volati fino a Brescia! È proprio con questa scultura di Antonio Canova che si apre la nuova mostra “Da Hayez a Boldini. Anime e volti della pittura dell’Ottocento”. Come in un affascinante manuale di storia dell’arte, le sale di Palazzo Martinengo ospiteranno fino a giugno capolavori di alcuni tra i più importanti artisti del XIX secolo. Oltre al Neoclassicismo, magnificamente rappresentato nella prima sala, si è subito catapultati nell’atmosfera romantica di Hayez e in quella più intima e quasi sfocata degli Scapigliati. Al piano superiore i Macchiaioli mostrano orgogliosi le loro immagini, così prive di dettagli ma al tempo stesso estremamente profonde nell’indagine della realtà. Ed è proprio la realtà ad essere presente nelle sale successive: quella lontana dell’Oriente, quella più vicina della laguna veneta e delle spiagge napoletane, quella vicinissima dello spiedo bresciano immortalato da Angelo Inganni. Lo spazio dedicato ai Divisionisti (Previati, Pelizza da Volpedo e Segantini tra gli altri) mostra chiaramente il coraggioso ed efficace sperimentalismo che alcuni artisti attuarono per ottenere effetti quasi “astratti” nel trattamento di colore e luce. L’ultima sala rende omaggio agli italiani che si trasferirono, per periodi più o meno lunghi, nella vivace e multiforme Parigi: Corcos, De Nittis e Zandomeneghi, fino a Boldini che realizzó una serie di affascinanti ritratti femminili, esemplari dell’atmosfera da Belle Epoque che si respirava nella capitale francese alla fine del secolo. Guida Artistica, gruppo di guide turistiche professioniste specializzate in visite guidate in Brescia e provincia, organizza sia visite per gruppi privati su appuntamento, sia visite per singoli in date prefissate. Per info e prenotazioni...