I seciù de San Piero

I seciù de San Piero

Cordàs come i seciù de San Piero
Molti di voi avranno riconosciuto questo detto popolare bresciano, ma quale è la sua origine?
Il “San Piero” chiamato in causa non è proprio il principe degli Apostoli, bensì il convento di San Pietro in Oliveto, situato alla fine della strada a tornanti che porta al Castello di Brescia.
Il secolare convento dei Carmelitani Scalzi fa da benevola guardia al Colle Cidneo e al suo interno custodisce due bellissimi chiostri. Il maggiore, circondato da un bel colonnato ospita al centro un grande pozzo ottagonale, anticamente collegato all’acquedotto romano.
La vera del pozzo risale al Cinquecento ed è riccamente scolpita con le immagini dei Santi Pietro e Paolo. Nell’atmosfera di pace e tranquillità che qui si respira, sembra ancora di poter assaporare il silenzio, interrotto dal cigolio lento e tormentato della carrucola del pozzo.
Sono proprio i suoi secchi che, alternandosi per scendere a raccogliere l’acqua senza mai incontrarsi, hanno dato origine al detto “Cordàs come seciù de San Piero” usato per esprimere un disaccordo tra due persone.